NME e Metro stroncano ‘Natural Rebel’, Ashcroft risponde con… il fuoco!

La scorsa settimana, oltre a varie recensioni molto positive, l’album Natural Rebel ha ricevuto un paio di critiche particolarmente feroci. Il giornalista di Metro Peter Ross ha giudicato il nuovo lavoro di Richard Ashcroft «molto più che monotono», con tanto di voto 1 su 5, mentre Mark Beaumont del New Musical Express (2 su 5) lo ha descritto come «un sacco pieno di Sonnet, con il prodigio di Wigan che suona come una parodia di se stesso». Ebbene, per tutta risposta Captain Rock ha appena pubblicato sul proprio profilo Instagram un video in cui brucia una vecchia copia del NME che lo ritrae in copertina, corredato dal commento: «Natural Rebel passa alla storia dalla parte sbagliata. Peter Ross, la tua stessa città ama più me di te. Spero di incrociarti presto, l’hai messa sul personale». Continua a leggere

I Verve presentano l’inedito ‘Shoeshine Girl’, già disponibile su iTunes

verve a storm in heavenQuesta mattina i Verve, attraverso il sito del New Musical Express, hanno diffuso il secondo inedito tratto dall’edizione deluxe dell’album A Storm in Heaven, in uscita il prossimo 9 settembre insieme a quella del suo successore A Northern Soul. Si tratta del brano Shoeshine Girl, registrato sul finire del 1992 presso il Sawmills Studio, in Cornovaglia. La canzone, musicalmente, ricorda molto da vicino alcune B-side di quel periodo, in particolare No Come Down, ed è curioso notare come l’ultima parte del testoRoad’s snaking round my aching shoulders») riprenda all’incirca l’inizio di Grey Skies, che nel 1995 verrà inserita all’interno del singolo History. Continua a leggere

Richard Ashcroft: «Ho creato qualcosa che non avete mai sentito prima. Le critiche sono vento nelle mie vele»

richard ashcroft nme 2016 1Lo scorso venerdì, sulla versione settimanale gratuita del NME, è stata pubblicata una lunga intervista a Richard Ashcroft, con tanto di servizio fotografico e copertina a lui dedicata. Si è ovviamente parlato del suo lungo periodo di silenzio, durato quasi sei anni, e del nuovo album These People, che verrà rilasciato sul mercato il prossimo 20 maggio. A tal proposito, il giornalista e critico musicale Mark Beaumont ha definito il disco «brillante, una manciata di classiche canzoni dei Verve costruite con tocchi di elettronica modernista», lodando in particolare i brani Out of My Body, This Is How It Feels (il primo singolo estratto), Hold On, Black Lines e Ain’t the Future So Bright. Vediamo ora nel dettaglio le dichiarazioni rilasciate alla celebre rivista britannica dal cantautore di Wigan, che nel corso di questa interessante chiacchierata ha toccato svariati temi.

Molte rockstar scompaiono dentro periodi di isolamento, ma poche riescono a disconnettersi dal mondo come Richard Ashcroft… «Non ho avuto un cellulare per quattro anni, ne sarei diventato schiavo. Basti pensare alla quantità di volte in cui ti ritrovi a chiederti perché hai acceso quel dispositivo mobile: stai veramente facendo qualcosa o è solo un’abitudine ormai fuori controllo?».

E tu, nel frattempo, cosa stavi facendo? «Tra una registrazione e l’altra (la maggior parte nel suo studio personale, ndr) ho fatto il papà e ho cercato di condurre una vita normale, con i cani, le corse per portare i figli a scuola e tutto il resto».

Continua a leggere