The Verve, a 12 anni da ‘Forth’ spuntano il brano ‘Mona Lisa’ e un nuovo mix di ‘Rather Be’

the verve 2Ci sono voluti dodici anni ma alla fine, oggi pomeriggio, i fan dei Verve sono riusciti ad ascoltare il tanto discusso inedito Mona Lisa. Registrato dalla band di Wigan nel 2007, poco dopo la terza reunion, il brano avrebbe dovuto far parte dell’album Forth, ma in un secondo momento venne scartato e non pubblicato nemmeno come B-side. Nel 2013 il chitarrista Nick McCabe, rispondendo ad alcune domande su Facebook, ne aveva parlato in termini non proprio lusinghieri: «Devo ammetterlo, non sono così entusiasta di Mona Lisa. Nella mia testa è stata elaborata con il titolo segreto di Cum On Feel Me Bumps (notevole, in effetti, la somiglianza con Cum On Feel the Noize degli Slade, ndr). Ma è andata molto vicino ad essere il primo singolo di Forth ed è stata la causa di molti litigi con un signore le cui iniziali sono JS». Il riferimento è a Jazz Summers, ex manager prima del gruppo e poi di Richard Ashcroft durante la sua carriera solista, scomparso il 14 agosto 2015. Continua a leggere

Richard Ashcroft pubblica il brano ‘Hey Columbo’ contro i suoi detrattori

ashcroft hey columboPochi minuti fa è comparsa sulle principali piattaforme digitali una nuova canzone di Richard Ashcroft, composta di getto negli ultimi giorni dopo le polemiche scaturite dalla sua partecipazione al programma televisivo Soccer AM del 22 settembre, quando un misterioso pacchettino gli è caduto dal pantalone (l’accusa dei social: «Era droga»; la risposta del cantautore: «Non dite cazzate, era una pallina di spazzatura che non sapevo dove buttare»). Il titolo, Hey Columbofa riferimento al soprannome con cui Ashcroft veniva chiamato ai tempi dei Verve Continua a leggere

1997-2017: ecco l’edizione deluxe di ‘Urban Hymns’, il capolavoro dei Verve

È stata pubblicata oggi, dopo una lunga marcia di avvicinamento, l’edizione deluxe di Urban Hymns, album capolavoro dei Verve datato 29 settembre 1997. Come avvenuto l’anno scorso per A Storm in Heaven e A Northern Soul, anche in questo caso il cofanetto è uscito per la Universal Music, ma a differenza dei suoi predecessori è disponile in due versioni: 5 CD + 1 DVD a 59,99 € oppure 6 vinili a 99,99 €. Sempre fondamentale il lavoro di Chris Potter (storico collaboratore e produttore del frontman Richard Ashcroft), che ha rimasterizzato tutte le tracce ai Metropolis Studios di Londra insieme a Tony Cousins, così come quello del fotografo Chris Floyd, che ha contribuito alla realizzazione del booklet (ben 20 pagine) e nel contempo ha dato alle stampe uno splendido libro (The Verve: Photographs by Chris Floyd) che ripercorre attraverso le immagini il periodo d’oro della band. Continua a leggere

I Verve presentano l’inedito ‘Shoeshine Girl’, già disponibile su iTunes

verve a storm in heavenQuesta mattina i Verve, attraverso il sito del New Musical Express, hanno diffuso il secondo inedito tratto dall’edizione deluxe dell’album A Storm in Heaven, in uscita il prossimo 9 settembre insieme a quella del suo successore A Northern Soul. Si tratta del brano Shoeshine Girl, registrato sul finire del 1992 presso il Sawmills Studio, in Cornovaglia. La canzone, musicalmente, ricorda molto da vicino alcune B-side di quel periodo, in particolare No Come Down, ed è curioso notare come l’ultima parte del testoRoad’s snaking round my aching shoulders») riprenda all’incirca l’inizio di Grey Skies, che nel 1995 verrà inserita all’interno del singolo History. Continua a leggere

The Verve, ecco la versione in studio e il video di ‘South Pacific’

the verve 1993Nella serata di ieri i Verve, tramite la Virgin Records, hanno pubblicato sul proprio canale YouTube il videoclip ufficiale dello storico brano South Pacific. Si tratta della tanto attesa versione inedita che farà parte dell’edizione deluxe di A Storm in Heaven, annunciata per il prossimo 9 settembre insieme a quella di A Northern Soul. Nel filmato si possono vedere dei giovani Richard Ashcroft, Simon Jones, Nick McCabe e Peter Salisbury intenti a provare il brano presso il Sawmills Studio, nel 1992, tra uno spuntino e una partita a biliardo. L’anno seguente una versione live di South Pacific, differente nel testo e in piccola parte anche nella melodia, venne inserita nel raro EP Voyager 1, mentre quella svelata al pubblico soltanto qualche ora fa, a quasi venticinque anni di distanza, non trovò posto nell’album d’esordio della band di Wigan.

Continua a leggere

The Verve, il 9 settembre le edizioni deluxe e vinile di ‘A Storm in Heaven’ e ‘A Northern Soul’

the verve 1995La scorsa settimana i Verve, con un breve video promozionale sulla loro pagina Facebook, hanno annunciato che il 9 settembre 2016 verranno pubblicate le edizioni deluxe dei primi due album A Storm in Heaven (3 CD + 1 DVD a 42,99 €) e A Northen Soul (3 CD a 39,99 €), datati 1993 e 1995. I diritti sul catalogo discografico della band di Wigan, che nel 2009 si è sciolta per la terza volta nella sua storia, sono stati acquisiti dalla Universal Music, e tutte le tracce contenute nei due cofanetti rimasterizzate per l’occasione da Chris Potter, lo storico collaboratore e produttore del frontman Richard Ashcroft.

Continua a leggere

Richard Ashcroft: «I Verve non mi mancano. Vorrei allestire un musical con gli Oasis»

richard ashcroft noisey 2016A marzo Richard Ashcroft ha rilasciato una lunga intervista al giornalista e critico musicale John Doran del sito web Noisey, pubblicata lunedì 18 aprile. Nel corso di questa interessante chiacchierata il cantante di Wigan ha ovviamente parlato del nuovo album These People, ma anche dei suoi trascorsi con i Verve, della hit planetaria Bitter Sweet Symphony e dello storico album Urban Hymns, dell’essere padre, della lotta contro la depressione, della lontananza dai luoghi Continua a leggere

Nick McCabe: «Potrei lavorare ancora con Ashcroft, ma non adesso»

Sabato 12 aprile il sito Internet del Daily Star ha pubblicato una breve intervista a Nick McCabe, nella quale l’ex chitarrista dei Verve è tornato a parlare del suo controverso rapporto con il cantante Richard Ashcroft. Le sue prime parole fanno ben sperare i fan della band di Wigan:

«Non vedo perché io non possa lavorare di nuovo con Richard, per lui è tutto o bianco o nero e io accetto questo suo modo di approcciare le cose. È un’anima buona con tante buone qualità, quindi non posso escludere a priori che faremo ancora qualcosa insieme».

Continua a leggere

‘Here So Rain’ è il primo singolo dei Black Submarine, l’album slitta a marzo

black submarine live february 2014I Black Submarine, la nuova band degli ex Verve Simon Jones e Nick McCabe (insieme con Amelia Tucker, Mig Schillace e il nostro Davide Rossi), hanno deciso di posticipare l’uscita del proprio album di debutto New Shores, originariamente prevista per il 3 febbraio di quest’anno, al 9 marzo (due giorni dopo in Italia). Il tutto per poter procedere con maggior cura e tranquillità alle operazioni di promozione del disco stesso e del primo singolo ufficiale, Here So Rain, che verrà rilasciato in formato digitale il 2 marzo.

Il video del singolo, una vellutata scarica di adrenalina rock, è stato presentato lo scorso venerdì sul sito della PledgeMusic, in esclusiva per i fan che hanno già preordinato l’album. Per tutti gli altri, in attesa della sua diffusione su YouTube, c’è comunque la possibilità di Continua a leggere

Nick McCabe: «Richard non ha mai risposto ai miei messaggi»

richard ashcroft nick mccabeNelle scorse settimane Nick McCabe, ex chitarrista dei Verve, ha risposto alle domande di alcuni fan sulla pagina Facebook del suo nuovo gruppo, i Black Submarine. Tra gli argomenti trattati, come prevedibile, il suo rapporto con Richard Ashcroft, ma non solo. Nick ha infatti svelato una serie di retroscena e cusiosità inerenti al periodo di Forth, e ha infine annunciato qualcosa che renderà molto felici i collezionisti di materiale della band di Wigan. Ecco, nel dettaglio, le sue dichiarazioni principali:

«Ho provato a mantenere dei contatti con Richard, in diverse occasioni gli ho offerto il mio supporto come produttore, e l’ho anche invitato a contribuire al progetto Black Ships (come ci chiamavamo una volta), prima che trovassimo la nostra reale direzione. Dopo una serie di sms ignorati ho lasciato perdere, con grande frustrazione e senso di sconfitta. La porta comunque non è mai chiusa del tutto».

«Richard ha smesso di rispondere ai nostri messaggi qualche tempo fa. Suppongo stia realizzando un altro disco con gli United Nations of Sound, non lo so. Mi sono proposto per produrre insieme a lui un album principalmente acustico, forse quello che tutti voi vorreste, non è così? Ma non ho ricevuto alcuna risposta».

Continua a leggere