Richard e Liam, l’amicizia si trasforma in collaborazione?

richard ashcroft liam gallagher 1997Liam Gallagher, ex frontman degli Oasis e dei Beady Eye, sta ultimando il suo primo album solista, che dovrebbe vedere la luce nella tarda primavera del 2017. Vista la popolarità dell’artista in questione, sono tanti i rumors che stanno circolando negli ultimi mesi, e più di uno coinvolge da vicino anche il nostro Richard Ashcroft. C’è ad esempio chi sostiene che il cantautore di Wigan abbia collaborato alla stesura di alcuni brani contenuti nel disco, mentre altre fonti raccontano di come Captain Rock abbia aiutato l’amico Liam a reclutare i musicisti per la sua nuova backing band, assistendo anche ad alcune prove in studio. Continua a leggere

Annunci

Richard Ashcroft: «I Verve non mi mancano. Vorrei allestire un musical con gli Oasis»

richard ashcroft noisey 2016A marzo Richard Ashcroft ha rilasciato una lunga intervista al giornalista e critico musicale John Doran del sito web Noisey, pubblicata lunedì 18 aprile. Nel corso di questa interessante chiacchierata il cantante di Wigan ha ovviamente parlato del nuovo album These People, ma anche dei suoi trascorsi con i Verve, della hit planetaria Bitter Sweet Symphony e dello storico album Urban Hymns, dell’essere padre, della lotta contro la depressione, della lontananza dai luoghi Continua a leggere

Richard Ashcroft: «Ho creato qualcosa che non avete mai sentito prima. Le critiche sono vento nelle mie vele»

richard ashcroft nme 2016 1Lo scorso venerdì, sulla versione settimanale gratuita del NME, è stata pubblicata una lunga intervista a Richard Ashcroft, con tanto di servizio fotografico e copertina a lui dedicata. Si è ovviamente parlato del suo lungo periodo di silenzio, durato quasi sei anni, e del nuovo album These People, che verrà rilasciato sul mercato il prossimo 20 maggio. A tal proposito, il giornalista e critico musicale Mark Beaumont ha definito il disco «brillante, una manciata di classiche canzoni dei Verve costruite con tocchi di elettronica modernista», lodando in particolare i brani Out of My Body, This Is How It Feels (il primo singolo estratto), Hold On, Black Lines e Ain’t the Future So Bright. Vediamo ora nel dettaglio le dichiarazioni rilasciate alla celebre rivista britannica dal cantautore di Wigan, che nel corso di questa interessante chiacchierata ha toccato svariati temi.

Molte rockstar scompaiono dentro periodi di isolamento, ma poche riescono a disconnettersi dal mondo come Richard Ashcroft… «Non ho avuto un cellulare per quattro anni, ne sarei diventato schiavo. Basti pensare alla quantità di volte in cui ti ritrovi a chiederti perché hai acceso quel dispositivo mobile: stai veramente facendo qualcosa o è solo un’abitudine ormai fuori controllo?».

E tu, nel frattempo, cosa stavi facendo? «Tra una registrazione e l’altra (la maggior parte nel suo studio personale, ndr) ho fatto il papà e ho cercato di condurre una vita normale, con i cani, le corse per portare i figli a scuola e tutto il resto».

Continua a leggere