Richard Ashcroft in concerto a Londra, il racconto di una serata magica

richard ashcroft londra roundhouse 1Sono le 21 esatte di lunedì 16 maggio quando Richard Ashcroft, in perfetto orario, si presenta sul palco della Roundhouse di Londra, indossando ancora una volta l’abito azzurro scelto per la copertina dell’album These People. Magro, fin troppo, maschera antigas al collo e Ray-Ban Aviator a mettere ancora più in evidenza il suo naso importante, Captain Rock non perde tempo e dopo un rapido saluto ai circa tremila fan presenti parte subito in quarta con Out of My Body, un mix di elettronica e funk dal ritmo incalzante e dal ritornello che entra subito in testa come un mantra. Fin dalle prime battute del concerto si capisce che sarà una grande serata, e la conferma arriva sulle note del nuovo singolo This Is How It Feels, eseguito alla perfezione e accolto con entusiasmo dal pubblico. Si prosegue con una delle gemme della discografia solista di Ashcroft, l’incantevole Science of Silence, per poi tornare indietro di quasi vent’anni con Sonnet, sempre bellissima e intonata a squarciagola da tutta la sala.

Continua a leggere

Annunci

Richard Ashcroft riparte da Manchester e lo fa alla grande

richard ashcroft manchester albert hall 14 05 2016 3Ieri sera a Manchester Richard Ashcroft ha dato ufficialmente il via al tour promozionale del suo nuovo album solista, These People, in uscita venerdì 20 maggio. Il cantautore di Wigan ha deliziato gli oltre duemila fan presenti con un’esibizione entusiasmante, come nel suo stile, proponendo una scaletta composta da alcuni tra i suoi singoli di maggior successo, sei nuovi brani (molto apprezzati This Is How It Feels e Out of My Body, eseguito in apertura) e i soliti immancabili classici di marca Verve (Lucky Man stoppata in avvio per un problema tecnico e poi ripresa, The Drugs Don’t Work dedicata «a tutti coloro che non possono essere qui con noi stasera»).

Ashcroft, supportato dal bassista Damon Minchella, dal batterista Steve Sidelnyk, dal richard ashcroft manchester albert hall 14 05 2016 2tastierista Anthony Gorry e dai chitarristi Adam Philips e Steve Wyreman (quest’ultimo già al suo fianco nel progetto RPA & The United Nations of Sound), si è presentato sul palco indossando lo stesso abito azzurro scelto per la copertina del disco, con tanto di maschera antigas al collo e inseparabili Ray-Ban Aviator, per poi cambiarsi nella seconda parte dello show optando per una maglietta bianca e un giubbotto rosso fuoco.

Continua a leggere

Richard Ashcroft emoziona e omaggia Prince su BBC Radio 2

richard ashcroft bbc radio 2 21 april 2016Ieri sera Richard Ashcroft, accompagnato dal bassista Damon Minchella e dal batterista Steve Sidelnyk, si è esibito negli studi di BBC Radio 2 durante il programma condotto da Jo Whiley. Il cantautore di Wigan ha dato riprova del suo carisma e del suo enorme talento eseguendo in versione unplugged This Is How It Feels e Hold On, i primi due singoli estratti dal suo nuovo album These People, oltre a due grandi classici di marca Verve, Lucky Man e Bitter Sweet Symphony. Ashcroft ha interpretato i brani con toccante intensità e con una voce che non sembra temere lo scorrere del tempo, modificando anche alcune strofe per omaggiare il leggendario Prince, scomparso proprio ieri all’età di 57 anni. Continua a leggere

Il ritorno di Richard Ashcroft sembra sempre più vicino

richard ashcroft studio december 2015Lo abbiamo detto più volte, il 2016 sarà finalmente l’anno del ritorno di Richard Ashcroft. La conferma, anche se ancora non ufficiale, arriva dal suo manager Steve Kutner, che nei giorni scorsi ha pubblicato sul proprio profilo Instagram alcune foto dell’ex frontman dei Verve in studio, intento a provare insieme ai suoi musicisti le canzoni del nuovo album, il quinto da solista considerando anche United Nations of Sound del 2010. A corredo delle immagini, nelle quali si vedono Adam Philips alla chitarra, Anthony Gorry alle tastiere e Steve Sidelnyk alla batteria (oltre al bassista Damon Minchella, Continua a leggere

Nuove foto di Richard Ashcroft in studio, al suo fianco Wil Malone e Steve Sidelnyk

richard ashcroft studio 10 september 2015In attesa di rivederlo all’opera questa sera sul palco del festival BIME Live a Bilbao, ecco alcune fotografie che ritraggono Richard Ashcroft in studio tra maggio e settembre di quest’anno, durante le registrazioni del suo nuovo disco. La bella notizia è che al suo fianco, oltre al manager Steve Kutner, ci sono Wil Malone, celebre compositore e musicista inglese che ha curato l’arrangiamento degli archi in tutti gli album da solista di Ashcroft dal 2000 al 2006 ma anche in A Northern Soul e Urban Hymns dei Verve, e Steve Sidelnyk, batterista e programmatore che ha collaborato attivamente con il cantante di Wigan alla realizzazione di Alone with Everybody, Human Conditions e Keys to the World.

Continua a leggere

Richard Ashcroft torna a settembre. Sarà vero stavolta?

richard ashcroftRipeterlo è quasi superfluo, ormai lo avrete capito da soli, al giorno d’oggi trovare notizie su Richard Ashcroft è una vera e propria impresa. Questo blog è però nato con la volontà di fornire informazioni il più possibile precise e puntuali sull’ex leader dei Verve, ed è quello che abbiamo provato a fare anche stavolta. Nonostante la pessima gestione della Big Life Management, nonostante un sito ufficiale che non funziona più da mesi e mesi, nonostante le dichiarazioni spesso fuorvianti del nostro eroe. Noi non ci siamo arresi.

Nelle ultime due settimane siamo andati alla ricerca di una scintilla che potesse accendere nuovamente la fiamma dell’ottimismo e della speranza, e siamo riusciti a parlare praticamente con tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione del nuovo album di Richard. Citando liberamente la meravigliosa Lucky Man, ci piacerebbe dire che ora abbiamo il fuoco nelle nostre mani, ma non è nostra intenzione illudere nessuno. Tuttavia, considerando che siamo partiti praticamente da zero, e che la rassegnazione era dietro l’angolo, il risultato ottenuto è piuttosto soddisfacente. Le note cominciano a Continua a leggere

C’è un po’ d’Italia tra i nuovi musicisti di Richard Ashcroft

Settembre è ormai trascorso, la stagione autunnale avanza e purtroppo non vi è ancora traccia del nuovo singolo di Richard Ashcroft. La speranza è però l’ultima a morire e, nell’attesa, meglio approfittarne per fare un po’ di chiarezza su quelli che saranno i musicisti che accompagneranno il rocker di Wigan nella sua nuova avventura discografica.

Per una volta cominciamo con il bassista, senza nascondere un certo orgoglio patriottico. Si tratta infatti di Damon Minchella, 44 anni, nato a Liverpool ma di chiare origini italiane, damon minchellapiù precisamente di Quarto, provincia di Napoli. Minchella è stato un componente degli Ocean Colour Scene dal 1990 al 2003, ha poi realizzato due album con il supergruppo The Players e fino al 2008 ha fatto stabilmente parte della backing band di Paul Weller. In aggiunta, nel 2005, ha suonato insieme agli Who durante la loro esibizione al Live 8 di Londra. A proposito della sua collaborazione con Ashcroft, lo scorso 9 febbraio Minchella ha scritto sul suo profilo Facebook:

«Un’eccezionale settimana di registrazioni. Può facilmente trattarsi del più bel disco al quale io abbia mai lavorato».

Continua a leggere