Richard Ashcroft: «Preferisco Rihanna al 90% della musica indie»

richard ashcroft rihannaIeri pomeriggio Richard Ashcroft, intervistato su Radio X durante il programma condotto da Gordon Smart, ha reso noto il suo disgusto per la musica indipendente contemporanea. «Solo perché qualcosa suona indie o perché lo conoscono in pochi – ha dichiarato Ashcroft – non vuol dire per forza che sia più autentico di Work di Rihanna. Preferisco quella canzone rispetto al 90% della merda acclamata dalla critica o dell’alternative rock in circolazione». Continua a leggere

Da Buenos Aires alla O2 Arena, Richard Ashcroft chiude un 2016 da protagonista

Il 2016 è stato un grande anno per Richard Ashcroft. Il 20 maggio, dopo un’attesa lunga e snervante, ha visto finalmente la luce These People, il suo quinto album da solista, che in Inghilterra si è fatto strada fino alla terza posizione in classifica e ha riportato in auge il nome della star di Wigan. Tanti i singoli estratti dal disco, tutti molto apprezzati dalle radio britanniche, tante le recensioni positive da parte della critica, come non accadeva ormai da tempo. Tanti, soprattutto, i concerti in giro per il mondo, una serie di esibizioni esaltanti che hanno confermato Ashcroft tra i migliori performer live in circolazione.

Continua a leggere

Richard Ashcroft emoziona e omaggia Prince su BBC Radio 2

richard ashcroft bbc radio 2 21 april 2016Ieri sera Richard Ashcroft, accompagnato dal bassista Damon Minchella e dal batterista Steve Sidelnyk, si è esibito negli studi di BBC Radio 2 durante il programma condotto da Jo Whiley. Il cantautore di Wigan ha dato riprova del suo carisma e del suo enorme talento eseguendo in versione unplugged This Is How It Feels e Hold On, i primi due singoli estratti dal suo nuovo album These People, oltre a due grandi classici di marca Verve, Lucky Man e Bitter Sweet Symphony. Ashcroft ha interpretato i brani con toccante intensità e con una voce che non sembra temere lo scorrere del tempo, modificando anche alcune strofe per omaggiare il leggendario Prince, scomparso proprio ieri all’età di 57 anni. Continua a leggere

Richard Ashcroft: «I Verve non mi mancano. Vorrei allestire un musical con gli Oasis»

richard ashcroft noisey 2016A marzo Richard Ashcroft ha rilasciato una lunga intervista al giornalista e critico musicale John Doran del sito web Noisey, pubblicata lunedì 18 aprile. Nel corso di questa interessante chiacchierata il cantante di Wigan ha ovviamente parlato del nuovo album These People, ma anche dei suoi trascorsi con i Verve, della hit planetaria Bitter Sweet Symphony e dello storico album Urban Hymns, dell’essere padre, della lotta contro la depressione, della lontananza dai luoghi Continua a leggere

Richard Ashcroft: «Ho creato qualcosa che non avete mai sentito prima. Le critiche sono vento nelle mie vele»

richard ashcroft nme 2016 1Lo scorso venerdì, sulla versione settimanale gratuita del NME, è stata pubblicata una lunga intervista a Richard Ashcroft, con tanto di servizio fotografico e copertina a lui dedicata. Si è ovviamente parlato del suo lungo periodo di silenzio, durato quasi sei anni, e del nuovo album These People, che verrà rilasciato sul mercato il prossimo 20 maggio. A tal proposito, il giornalista e critico musicale Mark Beaumont ha definito il disco «brillante, una manciata di classiche canzoni dei Verve costruite con tocchi di elettronica modernista», lodando in particolare i brani Out of My Body, This Is How It Feels (il primo singolo estratto), Hold On, Black Lines e Ain’t the Future So Bright. Vediamo ora nel dettaglio le dichiarazioni rilasciate alla celebre rivista britannica dal cantautore di Wigan, che nel corso di questa interessante chiacchierata ha toccato svariati temi.

Molte rockstar scompaiono dentro periodi di isolamento, ma poche riescono a disconnettersi dal mondo come Richard Ashcroft… «Non ho avuto un cellulare per quattro anni, ne sarei diventato schiavo. Basti pensare alla quantità di volte in cui ti ritrovi a chiederti perché hai acceso quel dispositivo mobile: stai veramente facendo qualcosa o è solo un’abitudine ormai fuori controllo?».

E tu, nel frattempo, cosa stavi facendo? «Tra una registrazione e l’altra (la maggior parte nel suo studio personale, ndr) ho fatto il papà e ho cercato di condurre una vita normale, con i cani, le corse per portare i figli a scuola e tutto il resto».

Continua a leggere

Ashcroft, esibizione a sorpresa agli MPG Awards

mpg-awards-2016Nessuno ne sapeva niente, ma ieri sera Richard Ashcroft si è esibito alla Grosvenor House di Londra sul palco degli MPG Awards (cerimonia di premiazione organizzata dalla Music Producers Guild e riservata ai migliori produttori discografici del Regno Unito). L’ex frontman dei Verve è stato affiancato da alcuni musicisti tra cui Martin ‘Youth’ Glover (uno dei produttori di Urban Hymns) al basso, David Gilmour (ex Pink Floyd) alla chitarra, Jah Wobble (ex Public Image Ltd.) alle tastiere e Paul Cooke (ex Sex Pistols) alla batteria, e ha eseguito dal vivo The Drugs Don’t Work e Bitter Sweet Symphony.

Continua a leggere