C’è un po’ d’Italia tra i nuovi musicisti di Richard Ashcroft

Settembre è ormai trascorso, la stagione autunnale avanza e purtroppo non vi è ancora traccia del nuovo singolo di Richard Ashcroft. La speranza è però l’ultima a morire e, nell’attesa, meglio approfittarne per fare un po’ di chiarezza su quelli che saranno i musicisti che accompagneranno il rocker di Wigan nella sua nuova avventura discografica.

Per una volta cominciamo con il bassista, senza nascondere un certo orgoglio patriottico. Si tratta infatti di Damon Minchella, 44 anni, nato a Liverpool ma di chiare origini italiane, damon minchellapiù precisamente di Quarto, provincia di Napoli. Minchella è stato un componente degli Ocean Colour Scene dal 1990 al 2003, ha poi realizzato due album con il supergruppo The Players e fino al 2008 ha fatto stabilmente parte della backing band di Paul Weller. In aggiunta, nel 2005, ha suonato insieme agli Who durante la loro esibizione al Live 8 di Londra. A proposito della sua collaborazione con Ashcroft, lo scorso 9 febbraio Minchella ha scritto sul suo profilo Facebook:

«Un’eccezionale settimana di registrazioni. Può facilmente trattarsi del più bel disco al quale io abbia mai lavorato».

Dal basso spostiamoci qualche passo più indietro, alla batteria, dove troviamo Geoffgeoff dugmore Dugmore. Nativo di Londra e grande amico di Damon Minchella, Dugmore in carriera ha suonato per artisti del calibro di Rod Stewart, Tina Turner e Robbie Williams, senza dimenticare Dido, Debbie Harry e Natalie Imbruglia. Intervistato lo scorso 11 aprile dal sito Internet Barefoot Legend, Geoff ha così risposto alla domanda sui suoi impegni per il 2013:

«Al momento sono a metà delle registrazioni per il nuovo disco di Richard Ashcroft. Penso che sia  il miglior album nel quale io abbia mai suonato».

Detto che il produttore sarà nuovamente il fido Chris Potter, ci sono ancora parecchi steve wyremandubbi su chi imbraccerà la chitarra. Alcuni fan raccontano di aver parlato su Facebook con Steve Wyreman, 32enne di San Francisco, già al fianco di Ashcroft nel progetto RPA & The United Nations of Sound, il quale avrebbe raccontato loro di essere al lavoro proprio su alcuni nuovi brani dell’ex cantante dei Verve. Tuttavia, questa notizia non è mai stata citata o ripresa altrove, e per questo ad oggi non è da considerarsi ufficiale.

Annunci

3 thoughts on “C’è un po’ d’Italia tra i nuovi musicisti di Richard Ashcroft

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...