Buon compleanno Richard!

richard ashcroft 9Oggi, 11 settembre 2013, Richard Ashcroft compie 42 anni. Certo, sarebbe bello potersi concentrare esclusivamente sul nostro idolo e parlare solo di musica e candeline, ma quello che stiamo vivendo non è un giorno come tutti gli altri, perché è anche l’anniversario del tragico attentato al World Trade Center di New York, uno degli eventi più tragici e sconvolgenti nella storia dell’umanità.

Dopo il crollo delle Twin Towers nel 2001 sembra che lo stesso Richard abbia deciso di non festeggiare più il suo compleanno, o quantomeno di farlo in tono minore, in segno di rispetto verso le vittime di quella terribile strage. In una delle rare occasioni in cui ha voluto toccare l’argomento, durante un’intervista rilasciata nel 2004 allo scrittore americano Thomas Beller, il cantante di Wigan ha dichiarato: «L’undici settembre del 2001 stavo festeggiando il mio trentesimo complenno con mio figlio Sonny. Per chiunque nel mondo con un briciolo di sensibilità nelle ossa quello fu un momento pazzesco, e per me fu strano perché molte canzoni che avevo scritto in precedenza sembravano in qualche modo fare riferimento a quell’episodio. “I numeri, i palazzi del destino nel cielo” (citando il testo del brano God in the Numbers, ndr), probabilmente stavo visualizzando enormi torri aziendali perché pensavo al modo in cui abbiamo sempre costruito questi giganteschi simboli di dominazione, non lo so».

E allora, ringraziando Richard per tutte le emozioni che ci ha regalato in questi anni e rinnovandogli i nostri migliori auguri (nella speranza però che sia lui a farci presto un grande regalo, un nuovo meraviglioso album), vi lasciamo proprio alle note di God in the Numbers, una delle canzoni più profonde e spirituali del suo secondo album solista Human Conditions, pubblicato nel 2002. Un inno postmoderno in cui Ashcroft medita e cerca risposte sull’aldilà, provando nello stesso tempo a far riconnettere gli ascoltatori con la bellezza della vita, nonostante tutto.

“Don’t throw away the pictures that give you a smile
Don’t throw away the memories that make you cry”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...